20eventi

Arte contemporanea in Sabina

Tracce d’arte – Tracce 03 e 04

Dopo aver pubblicato i primi due di una serie di 10 moduli, offriamo al pubblico altre due interviste sulla memoria collettiva del popolo di 20eventi.

Da Toffia…

Da Bocchignano…

Advertisements

March 20, 2010 Posted by | 20 eventi | Leave a comment

L’arte distruttiva

E’ di qualche settimana fa la notizia che a Londra si aggiri un artista, tale Michael Landy, che solletichi i nervosismi (e l’ego, soprattutto) di alcuni suoi colleghi, poiché sta diventando famoso per essere il “distruttore di capolavori”. Ovviamente, figuriamoci se non lui, il primo ad accogliere con entusiasmo la novità è stato il collega Damien Hirst…già me lo immagino lì che spacca tutto in piena estasi creativa!

L’autore dell’articolo che ho letto sottolineava ironicamente come questo sia in realtà il sogno ricorrente di coloro che detestano l’arte contemporanea: oltre a ripetersi ossessivamente che lo potevano fare anche loro vorrebbero poter sfogare la rabbia da opera d’arte mancata sugli oggetti istigatori.

Ora…

Noi siamo consapevoli di essere complici nel provocare a volte tali istinti liberatori (ne abbiamo avuto, ahimé, diverse volte conferma), ed effettivamente alla fine dell’evento potrebbe anche essere la soluzione migliore per risparmiarci un sacco di lavoro..

Ma chi, meglio di un’artista, potrebbe dare degna fine allo spettacolo? Insomma, se dobbiamo proprio distruggere delle opere, che sia fatto come ci piace, e cioè “ad arte”!

Art Bin - mostra di Michael Landy presso la South London Gallery a Londra

Art Bin - mostra di Michael Landy presso la South London Gallery a Londra

Tiziana Talocci

February 16, 2010 Posted by | 20 eventi | , , , , , | 1 Comment

Buonasera, noi siamo 20eventi…(eravamo…e lo siamo ancora!)

Con un ritardo di circa…ops! 2 mesi, pubblichiamo un articolo che descrive il modo in cui 20eventi si approccia ai Comuni con i quali intende collaborare. Nella fattispecie si tratta del resoconto di una presentazione a Montopoli, comune che quest’anno per la prima volta viene coinvolto in maniera diretta nella manifestazione. La pubblicazione di questo articolo, per quanto tardiva, permetterà a tutti i nostri lettori di rimanere aggiornati sui lavori in corso. Inoltre la sua attualtà risiede nel fatto che permette di comprendere ed approfondire i meccanismi che regolano il funzionamento di 20eventi.

Ovviamente nel frattempo molte altre cose sono successe… e noi siamo qui per soddisfare ogni vostra curiosità! Vi basti commentare questo articolo, ovvero mandarci una e-mail (20eventi@email.it). Ad ogni modo mi scuso con tutti voi per il ritardo e vi auguro buona lettura!


Biblioteca comunale di Montopoli di Sabina, 10 dicembre 2009.

Presso il suggestivo complesso dell’ex chiesa di S. Sebastiano, che oggi accoglie la biblioteca, si è svolto ieri 9 dicembre dalle 17,00 un incontro di presentazione di 20eventi, in vista dell’edizione 2010 per la quale i lavori sono già a pieno ritmo.

Il direttore artistico Alberto Tessore ha illustrato ai partecipanti le linee guida sulle quali da quattro anni viene portata avanti la manifestazione 20eventi, allo scopo di coinvolgere e rendere protagonista per la prima volta anche lo stesso centro storico di Montopoli, avanzando la proposta di inserirlo tra le sedi deputate ad ospitare le opere degli artisti.

Contestualizzando l’iniziativa in un discorso generale sull’importanza di investire sull’arte contemporanea in Sabina – in relazione anche ad un progetto regionale più grande e complesso chiamato “La strada dell’arte” – Tessore ha intrattenuto i presenti  con una dettagliata e chiara argomentazione sugli ideali e gli obiettivi di 20eventi.

Le parole spese da Alberto per spiegare al meglio l’importanza e il valore che l’arte contemporanea può portare nei vari luoghi sono state molte e significative. Diverse parti della sua trattazione sono state direttamente delle risposte a domande che nessuno aveva formulato, ma che in questi casi sono sempre sottintese: “Non importa che la gente dica se gli piaccia o meno, importa che quella opera sia in grado di suscitare delle domande, che porti le persone ad interrogarsi e a pensare. […] L’arte contemporanea è espressione del nostro tempo, e ciò che vuole è che si guardi alle cose e al mondo in modo nuovo, diverso, individuale (…) permette a tutti noi di essere e sentirci individui unici. […]

Portare l’arte contemporanea in Sabina significa creare una fonte nuova di valore che non sia più solo legata ai reperti storici e a leggende che si perdono nel tempo, ma che sia a questi elementi complementare, che arricchisca questo territorio sia dal punto di vista culturale che materiale, facendo sì che si crei un flusso turistico costante, ma non invasivo, che si integri alle attività del luogo. […] L’obiettivo è che siano gli stessi comuni a sentire queste opere come parte del proprio patrimonio, e come tali a valorizzarle e salvaguardarle”.

Questi, in sintesi, i concetti chiave che hanno risposto a domande inespresse quali: perché questo artefatto è arte? Perché non fare cose tradizionali e “belle”? A cosa serve portare l’arte contemporanea in Sabina?

All’incontro erano presenti sia il sindaco Antimo Grilli che l’Assessore alla cultura Antonio Picchi, nonché un significativo numero di altri membri dell’amministrazione comunale, quali l’Assessore alle Politiche Giovanili Valentina Alfei e l’Assessore al bilancio Mario Longarini.

Altre partecipazioni fondamentali sono state quelle di rappresentanti e membri delle associazioni locali, alcuni dei quali hanno partecipato attivamente al dibattito che si è tenuto subito dopo la presentazione. Questi ultimi sono intervenuti mostrando una precisa volontà di essere coinvolti nell’iniziativa, sia da un punto di vista educativo (pensando, ad esempio, ad attività collaterali) sia dal punto di vista sociale, con l’intento di attivare concretamente lo scambio culturale tra i giovani artisti stranieri e  gli abitanti del luogo.

La riunione si è dunque conclusa con una serie di buoni propositi relativi agli argomenti trattati, e con la promessa di tornare presto per illustrare quelli che saranno i progetti presentati dagli artisti per il paese di Montopoli.

Tiziana Talocci

February 7, 2010 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , | 1 Comment

Tracce d’arte – I primi due moduli

L’anno scorso abbiamo condotto, nel mese che precedeva 20eventi 2009, una serie di interviste. Lo scopo era quello di documentare, chiedendo agli abitanti di tutti i centri in cui 20eventi avesse avuto luogo almeno una volta nel passato, le tracce che il passaggio dell’arte contemporaena ha lasciato nella memoria della Sabina.
Il documentario è diviso in 10 moduli, che sono stati ordinati in base all’età della persona che ha rilasciato l’intervista.

Pubblichiamo i primi due video della serie (di 10 totali).

Entrambi i video sono stati girati a Toffia. Ringrazio sentitamente le persone che si sono lasciate intervistare, concedendoci preziosi ricordi legati alla loro interazione con gli artisti.


Ideato e realizzato dal team composto da Edoardo Brunetti, Diego Marchi, Emanuele Sbardella e Tiziana Talocci nell’ambito di un percorso formativo diretto da Emanuele Sbardella (curatore di 20eventi).
Conduzione delle domande: Emanuele Sbardella.
Riprese e montaggio: Edoardo Brunetti, con l’assistenza di Diego Marchi, Emanele Sbardella e Tiziana Talocci.

January 15, 2010 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , , , , , | Leave a comment

20eventi 2010…let’s start the walk!

And let’s say: a very good walk! Because the works for the next edition of 20eventi 2010 started immediately with our “energetic” promenades in Sabina during the last week end, which is finished yesterday after the visit of some of the artists invited to present projects for the next year.

The edition of 20eventi 2010 has, as new partnership, another European country, and this year is Spain to have been chosen. This country will be present in the exhibition with artists coming from the Escola Massana in Barcelona and from the Academy of Spain in Rome.

Spanish artists will be present at the same time with Italian artists. These last ones will be chosen between students Frosinone’s Academy of Fine Arts.

First guests to visit Sabina’s places were Spanish artists in residence in Rome. They came to have a look as the “tradition” of 20eventi requires.

We spent a very nice day together, having good conversations in a pleasant atmosphere. The artists had the chance to start their cooperation with the curator Emanuele Sbardella, talking and walking between the steep streets of Sabina’s villages, which always offer beautiful overviews on the surrounding landscapes.

To recharge our energies and to contribute to the nice feeling, it arrived the fine lunch prepared by Alessandro in Toffia (33officina creativa Association). He entertained us with delightful food, his pleasant company and the very good Neapolitan coffee, that is never lacking by him.

Our day together ended at dusk in Bocchignano, the last visited centre after Fara Sabina, Farfa and Toffia. We said goodbye to artists and we took agreements to see them soon to know their first ideas about projects for 20eventi. These will be the projects that are going to constitute the cultural manifestation that will consist in the particular cohabitation between contemporary art and antiquity, which livens up every year the spring of Sabina.

December 15, 2009 Posted by | 20 eventi | Leave a comment

20eventi 2010…che il percorso abbia inizio!

E che percorso! Perché il lavoro per l’edizione di 20eventi 2010 è iniziato subito con le nostre “energiche” passeggiate in Sabina nel week end passato, che si è concluso ieri con una prima visita di alcuni degli artisti invitati a presentare dei progetti per il prossimo anno.

L’edizione del 2010 prevede come nuova partnership un altro paese europeo, e la scelta di questo anno è ricaduta sulla Spagna, che sarà presente con artisti provenienti dall’Escola Massana di Barcellona ma anche con dei borsisti ospiti all’Accademia di Spagna a Roma. Ai protagonisti stranieri faranno da contrappunto quelli italiani, che verranno scelti tra gli alunni dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone.

I primi ospiti a visitare la Sabina per il consueto sopralluogo precedente alla presentazione dei progetti, sono stati i borsisti residenti presso l’Accademia di Spagna a Roma.

La nostra giornata insieme si è consumata in una piacevole atmosfera di conversazioni che hanno dato inizio al contatto tra gli artisti e il curatore Emanuele Sbardella, tra ripide salite e discese nelle antiche vie dei paesi sabini, compensate dai bellissimi panorami sulle valli circostanti che una giornata dalla temperatura mite ci ha permesso di ammirare.

Abbazia di Farfa (Fara Sabina) – Emanuele Sbardella e gli artisti dell’Accademia di Spagna a Roma

A ricaricare le nostre energie a metà giornata e a favorire un clima gradevole è giunto l’atteso pranzo a Toffia preparato da Alessandro (associazione 33Officina Creativa), che come sempre ci ha accolto offrendoci una pausa completa delle sue indiscutibili doti culinarie, allegra compagnia e immancabile ottimo caffè napoletano.

La nostra giornata si è conclusa al tramonto a Bocchignano, ultimo dei centri visitati dopo Fara Sabina, Farfa e Toffia. Ai saluti è seguito l’accordo di rivedersi presto per conoscere le prime idee che andranno a costituire il percorso creativo dei 20eventi, il quale culminerà nella singolare convivenza di arte contemporanea e antichità che contribuirà a rendere variopinta la primavera sabina.

Tiziana Talocci

24 novembre 2009

November 26, 2009 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment

I vincitori del concorso fotografico “L’arte di fotografare l’arte”

Il 7 giugno è avvenuta, nell’aula consiliare del Comune di Toffia, la premiazione del concorso.

Per vedere i 156 scatti presentati dai 22 partecipanti, potete sfogliare questo album, incluso nella pagina 20eventi su FaceBook.

Qui presentiamo le tre foto vincitrici.

Terzo Classificato: Fabio Valerio Romano

(fotografando l’opera di Assila Cherfi, Toffia–Ath Yanni)

Foto di Fabio Valerio Romano

Foto di Fabio Valerio Romano

Secondo Classificato: Alessandro Coan

(fotografando l’opera di Oriana Impei, Il labirinto delle sfere)

Foto di Alessandro Coan

Foto di Alessandro Coan

Primo Classificato: Marco Bruni

(fotografando l’opera di Mauro Pulcinella, Terre sabine)

Foto di Marco Bruni

Foto di Marco Bruni

June 18, 2009 Posted by | 20 eventi | , , | 2 Comments

Assila Cerfi_Video su Laurence Wiesen “Autoderision”

June 3, 2009 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , | Leave a comment

L’arte di fotografare l’arte – 2009

21 fotografi hano preso parte al concorso fotografico che quest’anno voleva premiare la capacità di cogliere e riportare in fotografia il quid artistico delle opere esposte a 20eventi 2009.

Potete guardare e commentare al seguente indirizzo le 156 foto che i loro sguardi ci hanno regalato.

http://www.facebook.com/album.php?aid=84791&id=36404700668&l=8497e3b95a

Per una migliore visualizzazione delle medesime, invitiamo a venire domenica pomeriggio (7 giugno) a Toffia. In seguito verranno caricate sul nostro canale Flickr.

La licenza è Creative Common, quindi chiunque voglia è libero di utilizzare (non a fini di lucro) le immagini.

La premiazione avverrà a Toffia, nell’aula consiliare del Comune, alle ore 19:00.

Un ringraziamento a tutti i partecipanti:

Luca Balestrazzi

Sara Baranello

Marco Bruni

Diego Caliendo

Gianni Carfi

Elise Claudot

Alessandro Coan

Daniela Coppola

Anna Di Russo

Mathias Govaerts

Valentino Griscioli

Nicolas Lalau

Sarah L’Epée

Jacopo Oliveti

Carlo Peron

Fabio Valerio Romano

Lieven Segers

Francesco Simonetti

Marina Spanò

Stefano Tempestini

Saviz Yaghamai

> Per conoscere i vincitori

June 2, 2009 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Laurence Wiesen_Autodérision

Per il quarto anno della manifestazione  20 eventi – Arte contemporanea in Sabina è prevista la collaborazione con gli studenti delle accademie artistiche belgiche di Anversa e Liegi.

Friedrich - Viandante sul mare di nebbia, 1818

Friedrich - Viandante sul mare di nebbia, 1818

 

Dalla Ecole supérieure des arts Saint- Luc di Liegi proviene Laurence Wiesen, giovane artista ventunenne che parteciperà con l’istallazione intitolata Autodérision

Laurence è un’artista eclettica, i suoi riferimenti artistici sono infatti vasti: da Friedrich all’Art Nouveau, alla natura, alla sua infanzia; praticamente tutte le esperienze diventano materiale da cui attingere per fare arte in quanto, come dice lei stessa, l’arte non è solo una passione o una professione bensì uno stile di vita.

Art Nouveau - Horta, 1898

Art Nouveau - Horta, 1898

Attraverso il suo lavoro d’artista Laurence vuol rivendicare la sua libertà di creatrice, per questo si considera un’ artista pluridisciplinare, senza limiti di tecniche e di concetti. 

Per 20eventi Laurence Wiesen si cimenta nella tecnica dell’istallazione proponendo l’opera Autodérision. Questa sarà composta da una serie di automobiline giocattolo incolonnate sul pavimento e incollate sui muri con del silicone come una fila di formiche. Le automobiline sono di tutti i colori a simboleggiare la multiculturalità della società contemporanea. Con questo lavoro Laurence vuol comunicare sia con i bambini sia con gli adulti. I bambini parteciperanno attvamente al compimento dell’opera, rispettando in questo modo la concezione di 20eventi che prevede una collaborazione tra artisti e abitanti dei vari paesi della Sabina. Per gli adulti, nello stesso tempo, l’opera propone una riflessione fortemente critica sulla società contemporanea, caratterizzata dal sovrappopolamento e da un inarrestabile inquinamento che sta portando alla distruzione della terra stessa in cui viviamo. Laurence ci vede come una colonia di formiche ligie al dovere, come degli automi, ma cieche verso tutti gli effetti disastrosi del nostro vivere sconsiderato. Tutto ciò lo fa con una forte componente ironica testimoniata dal gioco di parole del titolo dove si fa riferimento alle automobiline con cui è realizzata l’opera ma soprattutto alla derisione di noi stessi in quanto specie più intelligente che poche volte dimostra di esserlo.

Diego Marchi

Laurence Wiesen - Project for Autodérision

Laurence Wiesen - Project for Autodérision

May 15, 2009 Posted by | 20 eventi, Critica - Gli artisti e le loro opere | , , , | Leave a comment