20eventi

Arte contemporanea in Sabina

L’arte distruttiva

E’ di qualche settimana fa la notizia che a Londra si aggiri un artista, tale Michael Landy, che solletichi i nervosismi (e l’ego, soprattutto) di alcuni suoi colleghi, poiché sta diventando famoso per essere il “distruttore di capolavori”. Ovviamente, figuriamoci se non lui, il primo ad accogliere con entusiasmo la novità è stato il collega Damien Hirst…già me lo immagino lì che spacca tutto in piena estasi creativa!

L’autore dell’articolo che ho letto sottolineava ironicamente come questo sia in realtà il sogno ricorrente di coloro che detestano l’arte contemporanea: oltre a ripetersi ossessivamente che lo potevano fare anche loro vorrebbero poter sfogare la rabbia da opera d’arte mancata sugli oggetti istigatori.

Ora…

Noi siamo consapevoli di essere complici nel provocare a volte tali istinti liberatori (ne abbiamo avuto, ahimé, diverse volte conferma), ed effettivamente alla fine dell’evento potrebbe anche essere la soluzione migliore per risparmiarci un sacco di lavoro..

Ma chi, meglio di un’artista, potrebbe dare degna fine allo spettacolo? Insomma, se dobbiamo proprio distruggere delle opere, che sia fatto come ci piace, e cioè “ad arte”!

Art Bin - mostra di Michael Landy presso la South London Gallery a Londra

Art Bin - mostra di Michael Landy presso la South London Gallery a Londra

Tiziana Talocci

Advertisements

February 16, 2010 Posted by | 20 eventi | , , , , , | 1 Comment

20eventi 2010…che il percorso abbia inizio!

E che percorso! Perché il lavoro per l’edizione di 20eventi 2010 è iniziato subito con le nostre “energiche” passeggiate in Sabina nel week end passato, che si è concluso ieri con una prima visita di alcuni degli artisti invitati a presentare dei progetti per il prossimo anno.

L’edizione del 2010 prevede come nuova partnership un altro paese europeo, e la scelta di questo anno è ricaduta sulla Spagna, che sarà presente con artisti provenienti dall’Escola Massana di Barcellona ma anche con dei borsisti ospiti all’Accademia di Spagna a Roma. Ai protagonisti stranieri faranno da contrappunto quelli italiani, che verranno scelti tra gli alunni dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone.

I primi ospiti a visitare la Sabina per il consueto sopralluogo precedente alla presentazione dei progetti, sono stati i borsisti residenti presso l’Accademia di Spagna a Roma.

La nostra giornata insieme si è consumata in una piacevole atmosfera di conversazioni che hanno dato inizio al contatto tra gli artisti e il curatore Emanuele Sbardella, tra ripide salite e discese nelle antiche vie dei paesi sabini, compensate dai bellissimi panorami sulle valli circostanti che una giornata dalla temperatura mite ci ha permesso di ammirare.

Abbazia di Farfa (Fara Sabina) – Emanuele Sbardella e gli artisti dell’Accademia di Spagna a Roma

A ricaricare le nostre energie a metà giornata e a favorire un clima gradevole è giunto l’atteso pranzo a Toffia preparato da Alessandro (associazione 33Officina Creativa), che come sempre ci ha accolto offrendoci una pausa completa delle sue indiscutibili doti culinarie, allegra compagnia e immancabile ottimo caffè napoletano.

La nostra giornata si è conclusa al tramonto a Bocchignano, ultimo dei centri visitati dopo Fara Sabina, Farfa e Toffia. Ai saluti è seguito l’accordo di rivedersi presto per conoscere le prime idee che andranno a costituire il percorso creativo dei 20eventi, il quale culminerà nella singolare convivenza di arte contemporanea e antichità che contribuirà a rendere variopinta la primavera sabina.

Tiziana Talocci

24 novembre 2009

November 26, 2009 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment

Radicarsi nel territorio

Spesso si incontrano eventi culturali calati dall’alto su un territorio scarsamente investigato e coinvolto nell’iniziativa. L’intento di 20eventi è, invece, di lavorare in profondità per lasciare tracce durature sul territorio e diventarne parte sostanziale.

Fondamentale è quindi il lavoro nelle scuole, fin da quella materna ed elementare, nella convinzione che lavorare con i piccoli significa formare le generazioni di domani ed aprirli all’arte di oggi. Questo non significa indirizzarli necessariamente ad una carriera artistica, ma significa investire sulla creatività, formare spiriti aperti, sviluppare il concetto di tolleranza verso le diversità (cosa oggi più che mai necessaria).

Altrettanto importante è aprirsi alla collaborazione con i fermenti locali, che esistevano già sul territorio o che proprio grazie allo stimolo di 20eventi sono nate in questi anni. Non solo associazione culturali che operano in campo artistico ad altre più polivalenti, ma anche gruppi e cori musicali attenti studiosi e le Pro Loco.

Intendimento di 20eventi infatti è di contribuire alla crescita culturale del territorio:in una regione così ricca di un passato artistico, ma che per molto tempo è restata rigidamente attaccata a questo passato, una ventata di novità (chi meglio di un gruppo di artisti appena ventenni?) è ciò che riteniamo possa fornire il maggior giovamento.

Toffia - Foto di Emanuele Sbardella

Toffia - Foto di Emanuele Sbardella

April 21, 2009 Posted by | 20 eventi, Comunicazione - Rassegna stampa e ramificazioni web | , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Vaast Colson

> In English

> Related article

Vaast Colson (1977) è un artista che insegna all’Accademia di Anversa.

Vaast Colson è uo degli artisti-insegnanti coinvolti in 20eventi 2009.

Nel suo lavoro artistico egli utilizza le installazioni, e performance e altri interventi al fine di creare uno spazio in cui poter dare luogo a forme. Il suo lavoro è determinato dalle circostanze, dalla location o dal pubblico. Questo pubblico può essere tanto un amante dell’arte quanto un inconsapevole passante.

Il contenuto del suo lavoro è sottile, generoso e coinvolgente. Intensi sforzi fisici o mentali sono spesso parte di esso. Tutto ciò a cui l’artista si dedica è solo il processo che soggiace alla strutturazione del significato. Pertanto, l’immagine o il prodotto finale è un documento composito: sia esso una scultura, un film, una fotografia o una installazione.

Vaast Colson - Trying to be Dennis Tyfus

Vaast Colson - Trying to be Dennis Tyfus

April 19, 2009 Posted by | 20 eventi, Curatela - Teorie e pratiche dell'allestimento | , , , | 1 Comment

20eventi_Immagine 2009

La grafica di 20eventi 2009 è stata affidata a Mirko Cianca.

Gli abbiamo proposto di elaborare un’immagine coordinata su un lavoro di Jan Vormann, artista tedesco nato nel 1983 che ha partecipato alla seconda edizione di 20eventi (quella del 2007).

In questo modo abbiamo voluto impostare un primo legame storico con le passata edizione (un primo sguardo storicizzante).

D’altra parte Lego, l’opera di Jan Vormann, esprime al meglio la tendenza fondemantale di 20eventi, che è quell adi combinare, in maniera anche giocosa, le tradizioni locali e le sperimentazioni contemporanee.

Con il suo progetto Vormann – cito l’artista – ha voluto:

sottolineare l’aspetto tranquillo e non troppo rigido della gente della Sabina, per quanto concerne l’edilizia locale: vari tipi di pietra sono usati uno a fianco dell’altro per costruire muri o tapparne I buchi. Quando ero piccolo mi piaceva giocare con il lego, attività con cui i bambini di tutto il mondo imparano le regole fondamentali della costruzione architettonica. Quando mi divertivo a costruire strutture con il lego e mi mancava un pezzetto di un certo tipo, mi ingegnavo a sostituirlo con altri simili. Lo sguardo sui villaggi della Sabina ha contribuito alla mia idea romantica di questa bella regione e mi ha ricordato i giochi dell’infanzia.

Basandosi principalmente su una foto che Gianni Gronchi fece all’opera di Vormann, Mirko ha preparato

> questo manifesto base:

20eventi - Immagine 2009 - Mirko Cianca

20eventi - Immagine 2009 - Mirko Cianca

> questa locandina per il concorso fotografico:

20eventi09 - Locandina concorso fotografico - Mirko Cianca

20eventi09 - Locandina concorso fotografico - Mirko Cianca

March 8, 2009 Posted by | 20 eventi, Comunicazione - Rassegna stampa e ramificazioni web | , , , , , , , | 1 Comment

Accademia di Belle Arti di Roma

Stanza 305

Stanza 305

Stamattina, nella stanza 305 dell’Accademia delle Belle Arti di Roma abbiamo presentato 20eventi ai giovani artisti di Roma.

Alberto Tessore e Emanuele Sbardella presentano 20eventi

Alberto Tessore e Emanuele Sbardella presentano 20eventi

Una selezione di questi, sotto la guida di Oriana Impei e Donato Bianco realizzerà un complesso scultoreo presso l’Abbazia di Farfa.

Era presente anche Emmanuele Pilia, che oggi ho proposto ad Alberto come architetto di 20eventi, per allestimenti e strutture di accoglienza.

L'architetto Emmanuele Pilia

L'architetto Emmanuele Pilia

Alla fine della presentazione sono giunte anche alcune interessanti proposte da parte della Impei , di implementare le sculture con performance e video (coinvolgendo anche gli studenti di regia).

December 11, 2008 Posted by | 20 eventi | , , , , | 3 Comments

20eventi 2007 – YouTube

Abbiamo appena caricato su YouTube una preziosa serie di video che documenta l’esperienza di 20eventi 2007, con gli artisti provenienti dall’Accademia di Berlino (Weissensee Kunsthochschule).

Clicca sulla sezione che ti interessa di più dalla lista dei video.

Di seguito, in questo articolo del blog, potrete vedere i primi due video. Su youTube troverete tutti gli altri, con le opere descritte.

Introduzione:

Inizio dei lavori:

December 9, 2008 Posted by | 20 eventi | , , , , , , , | Leave a comment

20 lettere per 20eventi

Concorso di mail art

20 lettere per 20eventi


Giunti oramai alla quarta edizione, abbiamo capito che il nostro pubblico vuole partecipare, intervenire nelle opere ed entrare il più possibile nella mostra…

Ed è per questo che quest’anno abbiamo costruito tre piattaforme concorsuali, tre modi tra cui scegliere per esprimere la propria creatività!

Il primo di questi concorsi che oggi vi vogliamo presentare è > 20 lettere per 20eventi <, un concorso di conceptual mail art!

La sfida consiste nello scrivere un pensiero a tema libero, ma che sia costituito da sole 20 lettere (20 caratteri) tratte da qualsiasi alfabeto (i segni di interpunzione non sono contati, come neanche le lettere utilizzate per scrivere nome e cognome dell’autore). Tutte le lettere (missive) che ci invierete verranno esposte in una mostra che verrà inaugurata domenica 24 maggio, e le 20 lettere più originali che ci invierete diventeranno le cartoline ufficiali di 20eventi 2009!

In palio non c’è solo la gloria, ma anche la possibilità di venire esposti in una mostra all’interno di 20eventi (evento collaterale che inaugurerà domenica 24 maggio, il giorno dopo l’inaugurazione della kermesse).

Inoltre, le migliori 20 lettere che ci saranno arrivate, costituiranno le cartoline ufficiali di 20eventi 2009!

Per partecipare basterà mandarci via mail il testo che noi copieremo sull’apposito modulo , oppure scaricare il formato digitale ed inviarcelo già compilato per posta al seguente indirizzo:

ArteMultiVisione

Via Saboni, 23

02045 Graccio (RI)

Io (Emanuele Sbardella), che purtroppo non potrò vincere, ho già formulato alcuni pensieri:

“20eventi Arte in Sabina”

“Non credo d’esser sicuro”

“Io ho inviato 20 lettere”

Cestino di raccolta lettere, in occasione di una mostra di Francesca Cocchi

Cestino di raccolta lettere, in occasione di una mostra di Francesca Cocchi

Per maggiori informazioni, comunque, potete scriverci a 20eventi@email.it o lasciare pubblicamente un commento sotto questa notizia nel nostro blog!

Mail art project of Thomas Kerr

Mail art project of Thomas Kerr

Approfondimenti e link esterni:

> Davvero esistita la mail art, e in cosa consiste? http://it.wikipedia.org/wiki/Mail_Art

November 1, 2008 Posted by | 20 eventi | , , , , | 2 Comments